Belgrado, riunione Seecp su surplus armamenti

Scritto da ANSAmed, 12/04/12
BELGRADO – Il rafforzamento della collaborazione regionale per meglio affrontare il problema del surplus di armamenti è al centro du una conferenza apertasi oggi a Belgrado e alla quale partecipano i ministri della difesa e delegazioni militari dei paesi del Processo di cooperazione del sudest Europa (Seecp). I campi della difesa e della sicurezza sono una delle più importanti forme di cooperazione fra stati a livello regionale – ha detto il ministro della difesa serbo Dragan Sutanovac in apertura di lavori. La riunione di Belgrado, ha aggiunto, intende affrontare le prospettive e le modalità di distruzione degli armamenti in eccedenza, tenendo conto delle specificità di ogni paese della regione. La Serbia, ha detto Sutanovac, dopo l’ottenimento dello status di paese candidato alla Ue, ha cominciato a prendere parte a operazioni di gestione delle crisi e alla politica di sicurezza comune dell’Unione europea. «L’integrazione europea è il nostro obiettivo strategico, e la cooperazione regionale è uno dei pilastri della politica estera della Serbia», ha sottolineato il ministro. Alla conferenza di Belgrado partecipano delegazioni di Serbia, Croazia, Montenegro, Bosnia-Erzegovina, Macedonia, Slovenia, Albania, Romania, Bulgaria, Turchia e Grecia, insieme a rappresentanti di Onu, Ue, Nato, Osce e altre organizzazioni di cooperazione regionale. Il Processo di cooperazione del sudest Europa (Seecp) fu costituito a Sofia nel 1996 su iniziativa della Bulgaria. La presidenza di turno e’ detenuta, fino al prossimo luglio, dalla Serbia.