Confini, il Tribunale d’arbitrato avvia le prime consultazioni

Scritto da «La Voce del Popolo», 14/04/12
L’AJA – Le consultazioni dei giudici del Tribunale d’arbitrato con i rappresentanti di Zagabria e Lubiana sono in corso all’Aja da giovedì scorso. Lo ha confermato all’agenzia di stampa Hina il portavoce del ministero degli Affari esteri ed Europei di Zagabria, Berislav Živkovi?. Il portavoce ha precisato che la Croazia è rappresentata dalla responsabile della Cattedra di diritto internazionale della facoltà di Giurisprudenza di Zagabria, Maja Serši?, e da quella del Dipartimento per il diritto internazionale del MAE, Andrea Metelko Zgombi?. A detta di Živkovi?, ancora, si tratta “di una riunione preliminare incentrata sull’andamento e gli elementi di tutto il procedimento”. Ha precisato pure che si tratta della prima riunione del genere. Il Tribunale d’arbitrato, lo ricordiamo, è stato costituito per risolvere la diatriba confinaria tra la Croazia e la Slovenia. L’accordo d’arbitrato è stato firmato il 4 novembre 2009 a Stoccolma, mentre Zagabria e Lubiana dovrebbero presentare al Tribunale i rispettivi memorandum argomentati sulla vertenza entro il 9 dicembre dell’anno in corso. I governi croato e sloveno, con la mediazione della Commissione europea, hanno concordato che a presidente del Tribunale d’arbitrato venga nominato Gilbert Guilliame, mentre a membri Bruno Simma e Vughan Lowe. Spetterà a loro il compito di emettere la sentenza. Il Tribunale è composto da cinque membri. Oltre ai due summenzionati, ne fanno parte Budislav Vukas, a nome della Croazia e Jernej Sekolec, che rappresenta la Slovenia.