Ecco i vincitori del decimo concorso letterario della Mailing List Histria

Scritto da «La Voce del Popolo», 12/05/12
sabato 12 maggio 2012
A Pisino sabato 19 e domenica 20 maggio si svolgeranno, come già abbiamo annunciato sulle pagine di questa nostra rubrica, il Raduno annuale della Mailing List Histria e la cerimonia di premiazione del tradizionale concorso letterario che viene bandito ogni anno da questo gruppo di discussione in Internet composto da esuli e rimasti e loro simpatizzanti. Il raduno è giunto alla sua tredicesima edizione, mentre il concorso, destinato ai bambini e ai ragazzi delle scuole elementari e medie con lingua di insegnamento italiana della Croazia e della Slovenia e a quelli che studiano la lingua di Dante ai corsi promossi dalle Comunità degli Italiani delle località che non hanno scuole italiane (incluse la Dalmazia e il Montenegro), è alla sua decima edizione. Quest’anno alla competizione hanno partecipato 321 studenti e alunni, con ben 174 elaborati. La commissione di valutazione, presieduta da Gianclaudio de Angelini ha deciso di premiare i seguenti lavori con le rispettive argomentazioni:
SCUOLE ELEMENTARI – LAVORI INDIVIDUALI – CATEGORIA A, SOTTOCATEGORIA 1 Primo premio (150 euro) a Paolo Zacchigna – VIII classe della Scuola elementare italiana “Galileo Galilei” di Umago. Insegnante: Cristina Sodomaco. Argomentazione: Dalla dimensione spaziale, il mare che lambisce le coste dell’ Istria, tratteggiato fugacemente attraverso immagini, suoni, sensazioni familiari, alla dimensione temporale, la rievocazione di uno scenario di dolore e di lacerazione, su cui si proietta la tragedia dell’ esodo di un intero popolo. Secondo premio (100 euro) a Viktorija Štefan – VIII classe della Scuola elementare italiana “Belvedere” di Fiume. Argomentazione: Lo svolgimento, ben formulato, esprime un animo delicato che si pone interrogazioni riguardo la vita e ne coglie l’essenza più profonda. Testo poetico e affascinante, coinvolge il lettore che viene immerso nella bellezza del creato e ne trae intima soddisfazione. Terzo premio (75 euro) a Ellen Zukon Koli? – Classe VII – b della Scuola elementare italiana “Giuseppina Martinuzzi” di Pola. Insegnante: Susanna Svitich. Argomentazione: Anche qui parlano le pietre, il mare, ma soprattutto gli alberi. E la storia del vecchio albero di ulivo e del bambino che lo piantò è sintomatica di tutto un popolo che è cresciuto all’ombra dell’ulivo secolare da lui piantato con amore e poi, costretto dagli eventi o per cercar fortuna, va per il mondo solo per ritrovarne al ritorno il ceppo tagliato.
SCUOLE ELEMENTARI – LAVORI DI GRUPPO – CATEGORIA A, SOTTOCATEGORIA 2 Primo premio (100 euro): Rozana Babi?, Klementina Balde, Marina Bankovi?, Andrea Biasiol, Fides Božac, Katja Božinovi?, Matea Divkovi?, Laura Dalle Nogare, Nora ?uri?, Noella Frkovi?, Marko Ghiraldo, Jan Hušak, Luka Jel?i?, Debora Kalebi?, Mario Ku?inar, Anton Macan, Alex Mihajlovi?, Paola Muškovi?, Roberta Pavlin, Fabio Soši?, Sky Spahi?, Jean Michel Tromba, Ellen Vidovi?, Antonia Vojvodi?, Aldo Zahtila, Marinella Ligato, Maxim Kostin – IV classe della Scuola elementare italiana “Giuseppina Martinuzzi” di Pola. Insegnante: Rosanna Biasiol Babi?. Argomentazione: ricca descrizione della Pola che fu, raccontata da una quarta classe con intelligenza e consapevolezza, arricchita da poesie e fotografie che rendono gradevole il lavoro e che fanno rivivere la città della memoria. Secondo premio (75 euro e coppa): Martina Biloslavo, Jessica Štokovac, Teo Sega Sumi?, Tomas Fermo (I classe); Martina Matijaši?, Paola Serti? (II classe); Melissa Boccali, Carlos Šepi?, Paolo Biloslavo, Iris Kljaji?, Antonia Perti? (III classe); Nensy Damiani e Adriana Parma (IV classe) della sezione periferica di Momiano della Scuola elementare italiana “Edmondo De Amicis“. Insegnanti: Marino Dussich, Serena Kljaji?. Argomentazione: un gruppo di ragazzi, ben guidato, ha partecipato alla raccolta di lemmi caratteristici del paese. Accurati i disegni che descrivono gli oggetti elencati nel dizionarietto del dialetto di Momiano. Lavoro serio e impegnativo, molto gradevole. Terzo premio (50 euro e coppa): Timoti Cociancich, Federica Gliši? Rota, Timothy Lakošeljac, Luca Vigini: II classe della sezione periferica di Bassania della Scuola elementare Italiana “Galileo Galilei“. Insegnante: Carmen Rota. Argomentazione: una bella iniziativa quella di organizzare una giornata culturale in cui i bambini vengono a conoscenza delle leggende salvorine visitando i vari luoghi che conservano gli antichi toponimi. Scuole Medie Superiori – Lavori individuali – Categoria b, sottocategoria 1: Primo premio (150 euro): Eufemia Barzelatto – IV classe del Liceo scientifico matematico della Scuola media superiore italiana Rovigno. Insegnante: Patrizia Malusà Morožin. Argomentazione: l’autrice racconta con stile didascalico ma mai banale e con una notevolissima precisione bibliografica, la vita e le opere del professor Libero Benussi. Notevole l’idea di occuparsi di una figura “minore” del panorama culturale istroveneto, ma realmente importante soprattutto all’interno del microcosmo rovignese. Decisamente di ottimo livello la raccolta di materiale a sostegno dell’elaborato; in particolare i testi delle poesie e le partiture musicali. Secondo premio (100 euro): Chiara Bonetti – III Classe del Liceo della Scuola Media Superiore Italiana “Leonardo da Vinci” Buie. Insegnante: Larisa Degobbis. Argomentazione: il candidato ha la capacità di rivivere momenti storici felici con l’osservazione dei monumenti, andando a spasso tra calli e campielli. La sua sensibilità, unita ad una buona vena poetica lo portano a percepire fatti, persone e cose che spesso gli adulti non colgono. La lingua, usata con sicurezza e perfetta padronanza, domina la materia e la illustra degnamente. Terzo premio (75 euro): Borna Zeljko – IV classe IV del Liceo Generale della Scuola media superiore italiana “Dante Alighieri” di Pola. Insegnante: Annamaria Lizzul. Argomentazione: L’autrice, con puntualità e precisione, ma senza rinunciare ad uno stile di scrittura fresco e coinvolgente, riesce a portarci nel mondo degli scritti di Fulvio Tomizza analizzando con lucidità gli spunti più interessanti della trilogia dello scrittore istriano. Il rimpianto per l’autore è che Tomizza non sia sufficientemente apprezzato e studiato; speriamo che la sua generazione possa colmare questa lacuna.
SCUOLE MEDIE SUPERIORI – LAVORI DI GRUPPO – CATEGORIA B, SOTTOCATEGORIA 2 Primo premio (100 euro e coppa): Matea Lini? e Josipa Repani? –classe I a della Scuola media superiore italiana di Fiume. Insegnante: Emili Marion Merle. Argomentazione: le autrici affrontano con buona sicurezza e qualche spunto interessante e degno di nota il problema della carenza dell’oro blu, l’acqua, e l’importanza sempre maggiore che la risorsa fondamentale del nostro pianeta avrà nel futuro anche prossimo. Si combatteranno guerre per l’acqua? Interessante l’analisi sulle sperequazioni esistenti anche oggi tra i “fruitori” dell’acqua e la sentita consapevolezza che noi siamo in una posizione di assoluto privilegio. Secondo premio (75 euro e coppa): Anastasia Mar?elja (I classe) e Jan Metzger Šober (II classe) della Scuola media superiore italiana di Fiume. Insegnante: Rina Brumini. Argomentazione: l’elaborato riflette lo sforzo degli autori nell’analisi attenta dell’importanza delle risorse idriche per la vita sulla Terra. Terzo premio (50 euro e coppa): Angela Barzelatto, Vanja Matkovi? (IV classe) – Scuola media superiore “Mladost” Teodo/Tivat, Montenegro. Argomentazione: il gruppo, spinto da sane motivazioni ecologiche, geografiche e sociali, ha evidenziato buona padronanza dell’argomento, trattato con osservazioni personali, interessanti ed intelligenti. La padronanza linguistica forse deve essere più curata e la morfologia approfondita meglio.
SEZIONE B: CONCORSO ASSOCIAZIONE DEI DALMATI ITALIANI NEL MONDO 2012 Primo premio (100 euro): Dejan Kova? – IX classe della Scuola Elementare “Narodni heroj Savo Ili?” Cattaro/Kotor, Montenegro. Insegnante: Tatjana Dakovi?. Argomentazione: l’autore è uno dei pochi che presenta un desiderio preciso e sensato: studiare. Per studiare, si dà una meta semplice, diventare astrofisico, e una difficile, vincere il Nobel, ed assume un atteggiamento propositivo verso il proprio futuro che piace e consola. Evidentemente la gioventù d’oggi non è così malandata come la descrivono certi giornali. Secondo premio (75 euro): Jelena Ljubojevi? – IX classe della Scuola elementare “Drago Milovi?” Teodo/Tivat, Montenegro. Insegnante: Sanja Radovi?. Argomentazione: chi ha detto che i ragazzi dell’ era tecnologica non sanno più ascoltare la voce della natura? Questo elaborato dimostra che, al di là della presa di coscienzadel problema ambientale, anche in giovane età si può instaurare un intimo dialogo con le pietre, gli alberi, il mare, coglierne le vibrazioni, lasciarsi suggerire emozioni, memorie del passato, incantarsi davanti al bozzetto di un pescatore che si delinea all’ orizzonte. Riuscire ancora a guardare il mondo con occhi da bambino, questa è la vera poesia della vita. Ci dovremmo provare anche noi… Terzo premio (50 euro): Tijana Bojani? – IX classe IX della Scuola elementare “ Drago Milovi?” Teodo/Tivat, Montenegro. Insegnante: Milena Radovi?. Argomentazione: già nell’adolescenza si può guardare con nostalgia al proprio passato, l’ infanzia spensierata, riflettere con senso di responsabilità sul proprio presente, connotato prevalentemente dalla vita scolastica, proiettarsi con determinazione verso il proprio futuro professionale.
PREMIO “ASSOCIAZIONE PER LA CULTURA FIUMANA, ISTRIANA E DALMATA NEL LAZIO” Il premio di 150 euro va a Melissa Bobicchio, Elizabeth Dobrovi?, Martina Matika, Lorenza Anna Puhar, alunne della VII classe della Scuola elementare italiana “Bernardo Benussi” di Rovigno. Insegnante: Vlado Benussi. Argomentazione: un gustoso bozzetto in rovignese, dove la fantasia fa rivivere sotto il campanile di Santa Eufemia l’eterna storia di Romeo e Giulietta o meglio di Giulietto e Romea sbalzati improvvisamente dal loro tempo alla Rovigno dei giorni nostri.
PREMIO SPECIALE ISTRIA EUROPA Il premio di 100 euro va ad Alex Auber e Sara Gec (IV classe), Nastja Stok (VII classe), Sara Veselinovic (VIII classe), Janja Marzi e Ivana Veselinovic (IX classe) della Comunità degli Italiani Crevatini. Insegnante: Maria Pia Casagrande. Argomentazione: questa ricerca nata dalla collaborazione dell’insegnante con gli alunni, nell’ambito del gruppo letterario, e le nonne ha dato vita ad un’opera che testimonia l’esistenza passata nella regione.
PREMIO ALLA MEMORIA DI ALESSANDRO BORIS AMISICH Il premio di 100 euro va a Christian Bakovi?, alunno della classe III – m della Scuola media superiore italiana di Fiume. Insegnante: Gianna Mazzieri-Sankovi?. Argomentazione: l’autore ha svolto un eccellente lavoro, raccontando anche con un buon riferimento bibliografico, la storia di Nello Milotti; da lodare l’attenzione e la capacità nell’analizzare le varie sfaccettature del suo talento di compositore.
PREMIO LIBERO COMUNE DI POLA IN ESILIO Categoria scuole elementari: il premio di 100 euro va a Rea Deghenghi (VIII classe) della Scuola elementare italiana “Giuseppina Martinuzzi” di Pola. Insegnante: Ingrid Ukmar Lakoseljac. Argomentazione: descrivere una persona cara… questo tema ha inevitabilmente prodotto tanti elaborati sulla mamma ma qui abbiamo un tema originale dedicato ad una nonna che “… piace a tutti, bambini, vecchi, giovani, si adegua e non giudica…” Categoria scuole medie superiori: il premio di 100 euro va a Sara Rahmonaj, alunna della classe III – c dell’indirizzo economia, commercio e amm. Aziendale della Scuola media superiore italiana “Dante Alighieri” Pola. Insegnante: Annamaria Lizzul. Argomentazione: nell’elaborato viene esaminata la vita e l’attività letteraria di Mario Schiavato, autore poliedrico, mettendone in rilievo il profondo attaccamento all’Istria, la ricorrente presenza del tema dell’esodo nelle sue creazioni letterarie e l’importanza che egli assegna al ricordo dei tempi andati.
PREMIO LIBERO COMUNE DI FIUME IN ESILIO Categoria scuole elementari: il premio di 100 euro va a Gabriella Bakovi?, alunna della VI classe della scuola elementare italiana “Gelsi” di Fiume. Insegnante: Ksenija Benvin Medani?. Argomentazione: l’immagine dell’Albona veneta e della terra d’Istria si staglia nitida in questa semplice descrizione dell’ambiente umano e naturale che presenta una tipica famiglia istriana inserita tra pietre, mare e alberi da sempre testimoni della civiltà istriana. Categoria scuole medie superiori: il premio di 100 euro va a Tina Corelli,alunna della III classe della Scuola media superiore italiana di Fiume. Insegnante: Gianna Mazzieri Sankovi?. Argomentazione: l’autrice dell’elaborato espone in maniera approfondita la vita e l’opera di Fulvio Tomizza, ponendo in risalto il tema dell’esodo e, soprattutto, il sentimento d’appartenenza quasi viscerale dell’autore alla terra rossa d’Istria. Premio Associazione culturale istriani-fiumani-dalmati del Piemonte. Il premio di 100 euro va a Manuel Bellè, Ana Leši?, Erika Paoleti?, Erika Puž, Leonardo Simonich Cernogoraz e Ivan Visintin, alunni della IV classe della scuola elementare italiana “Edmondo De Amicis” di Buie. Insegnante: Katia Šterle Pincin. Argomentazione: la motivazione che ha dato origine alla ricerca è stato l’originale pretesto escogitato dall’insegnante per risvegliare la curiosità degli alunni che si sono prodigati nell’intervistare i nonni. Questi si sono prestati di buon grado a ricordare le antiche superstizioni che con tutta probabilità sono state tramandate loro dagli avi. Originale il modo di citare la frase in dialetto. Il premio speciale di 100 del Comitato provinciale di Gorizia dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia destinato agli alunni delle scuole elementari va a Luca Laganis, alunno della IV classe della Scuola elementare italiana “Galileo Galilei” di Umago. Insegnante: Svjetlana Perni? ?etojevi?. Argomentazione: delizioso quadretto familiare con papà e figlio che vanno a pescare sul molo, uno con la togna l’altro con la canna. Il tutto espresso in un dialetto affascinante e in poesia, il che non guasta. Ricorda bene i tempi di una volta e tramanda le tradizioni antiche delle cittadine istriane sul mare. Il premio speciale di 100 del Comitato provinciale di Gorizia dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia destinato agli alunni delle scuole medie superiori va a Nika Skerbez, alunna della classe I – a della Scuola media superiore italiana di Fiume. Insegnante: Emili Marion Merle. Argomentazione: la candidata, illustrando con valide argomentazioni, dimostra di aver colto l’importanza dell’appartenenza ad un determinato idioma e ad una precisa identità culturale, ereditata da un passato forse lontano ma sicuramente glorioso, vissuta quotidianamente nel presente.
GLI ALTRI PREMI SPECIALI La giuria ha assegnato inoltre dei premi speciali di 50 euro offerti dall’Associazione dei Dalmati italiani nel mondo a Matteo Buždon, alunno della II classe della Sezione periferica di Sissano della Scuola elementare italiana “Giuseppina Martinuzzi” (insegnante Barbara Brussich Markulin?i?); a Paola Muškovi?, alunno della IV casse della suola elementare italiana “Giuseppina Martinuzzi” di Pola (insegnante Rosanna Biasiol Babi?); a Elvin Skrijelj, alunno della VII classe della scuola elementare “Srbija” Antivari/Bar, Montenegro (insegnante Alma Lukoli?); a Katia Maruši?, alunna dell’VIII classe della scuola elementare italiana “Edmondo De Amicis” di Buie (insegnante Sandro Manzin) ad Anna Frli?, alunna dell’VIII classe della scuola elementare italiana “Vincenzo e Diego de Castro” di Pirano (insegnante Gloria Frli?); a Laura Alessio, Anja Benak, Manuela Benvegnù, Maj Bisaki, Mišo Brankovi?, Barbara Bre?evi?, Serena Coronica, Alex ?etojevi?, Kevin Dekli?, Edoardo Gjini, Erik Kozlovi?, Lara Manzin, Gabriel Nadal, Leonardo Pozzecco, Mia Radeši?, Michelle Rotar, Tara Štokovac, Erika Trento, Linda Villanovich, Dominik Rabak Vuki?, Marianna Zugan, alunni della II classe della scuola elementare italiana “Galileo Galilei” di Umago (insegnante Ilenija Ani?); a Enia Juriševi?, Lorena Vorfi, Kevin Cadenaro e Jovana Padunavac, alunni della III classe della scuola elementare italiana di Cittanova (insegnante Paolo Lodovico Damuggia); ad Aurora Lunardi, Massimo Vuch, Lorenzo Zacchigna, Freya Fakin, Erika Bernardis, Luca Laganis, alunni della IV classe della scuola elementare italiana “Galileo Galilei” di Umago (insegnante Svjetlana Perni? ?etojevi?); a Gaia Paljuh, Michele Mottica (IV claase) e aMatteo Di Lonardo, Antonio Macan (V classe) alunni della sezione periferica di Valle della scuola elementare italiana “Bernardo Benussi” di Rovigno (insegnante Miriana Pauleti?); ad Aneta Katuri? e Nataša Beden, alunne della IX classe della scuola elementare “Narodni heroj Savo Ili?” di Cattaro (insegnante Tijana Mari?) e a Francesca Frli?, alunna della IV classe del Ginnasio “Gian Rinaldo Carli” di Capodistria.
IL PREMIO SIMPATIA La giuria ha deciso di assegnare i premi simpatia a Marin Baruk?i?, Matea Korenika, Mladen Petkovi?, Ryan Grassi, Aleksandar Petrov, Nicolas Sodomaco, Dorian Bre?evi?, Alex Mrau, Ema Stki?, Alex Valenti?, Renee Cossutta, Renee De Andrea Ladiši?, Aleksa Gruji?i?, Elvedina Hodži?, alunni della I classe della scuola elementare italiana “Galileo Galilei” di Umago (insegnante Gabriella Grbeša).