Nodi confinari: vertice a Montona

Scritto da «La Voce del Popolo», 30/07/12
MONTONA – La Croazia e la Bosnia ed Erzegovina si sono impegnate a trovare una soluzione ai problemi legati alla frontiera fra i due Paesi entro la fine dell’anno. L’accordo è stato raggiunto dal ministro degli Affari esteri ed europei, Vesna Pusi?, e da Zlatko Lagumdžija, vice del presidente di turno del Consiglio dei ministri della Bosnia ed Erzegovina e ministro degli Affari esteri, al termine di un loro incontro svoltosi a Montona, in Istria. La notizia del pranzo di lavoro è stata confermata sia dalla diplomazia croata sia da quella bosniaco-erzegovese. Oltre che in merito ai confini, Vesna Pusi? e Zlatko Lagumdžija hanno parlato anche dello status del porto di Porto Tolero (Plo?e), del corridoio autostradale che dovrebbe collegare Ragusa al resto della Dalmazia passando attraverso il territorio bosniaco, e del potenziamento dei valichi di confine attraverso i quali la Bosnia ed Erzegovina potrà esportare i suoi prodotti alimentari nel mercato dell’Unione europea. I due ministri hanno parlato della necessità di istituire commissioni miste e organizzare sedute congiunte del governo croato e del consiglio dei ministri della Bosnia ed Erzegovina. Il commissario europeo per l’allargamento e la politica europea di vicinato, Štefan Füle, ha offerto a Zagabria e Sarajevo l’aiuto di Bruxelles nel tentativo di risolvere le questioni aperte che turbano i rapporti tra i due Paesi. Vesna Pusi? e Zlatko Lagumdžija sono stati invitati a incontrarsi a Bruxelles con i rappresentanti dell’UE il prossimo 19 settembre.