Rigassificatore del Golfo di Trieste: oggi a Umago incontro trilaterale

Scritto da «La Voce del Popolo», 13/12/11
UMAGO – Rappresentanti delle associazioni di pesca di Italia, Slovenia e Croazia si incontreranno oggi a Umago per parlare del rigassificatore previsto nel Golfo di Trieste. Un problema sentito un po’ da tutti, ma in particolare dai comparti della pesca e della maricoltura, ai quali servono maggiori certezze e garanzie, visto anche l’impoverimento costante del mare. La riunione è prevista per le ore 10,30 nella sala del Consiglio municipale di via Giuseppe Garibaldi. Poi a mezzogiorno seguirà una conferenza stampa. A Umago, dove il mese scorso c’era stata una timida presentazione del progetto, l’argomento interessa sia il comparto della pesca che quello del turismo. Per questo motivo il consigliere indipendente Danilo Latin, della Lista del sindaco Vili Bassanese, ha chiesto alle associazioni di categoria di riunirsi per discutere apertamente del problema. «Il Golfo di Trieste è piccolo e qualsiasi problema ambientale potrebbe avere ripercussioni anche sul comparto della pesca e del turismo. La manipolazione del gas e il movimento delle navi, rappresentano operazioni delicate, e nel Golfo della bora anche di un certo rischio. Chiedere delle garanzie che non ci saranno problemi, ci sembra di conseguenza alquanto logico» – dichiara a proposito Danilo Latin. – «Ho avuto modo di parlare a suo tempo di quest’argomento anche con Massimo D’Alema, che oltre a essere stato presidente del Consiglio dei ministri, è pure presidente della Fondazione di cultura politica Italiani europei, e dal 2010 alla guida del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica Italiana, e con Fausto Bertinotti, già presidente della Camera dei deputati, e ho avuto l’impressione che la cosa non piacesse molto neanche a loro. Forse Zagabria ha liquidato la questione troppo presto e senza troppe discussioni per non mettersi in cattiva luce con l’Ue. Secondo noi, invece, è proprio il caso di approfondire l’argomento». Un problema, quello del rigassificatore, del quale si parla da anni e che finora ha suscitato molte polemiche sia in Italia che in Slovenia. Anche nell’Istria croata e soprattutto lungo la costa occidentale della penisola, la proposta preoccupa molto. (fs)