Un mercato «fondamentale per lo sviluppo dell’Italia»

Scritto da AGI, 08/07/12
ROMA – Il mercato dei Balcani è «fondamentale per lo sviluppo dell’Italia». Lo ha affermato il ministro degli Esteri Giulio Terzi in una intervista al «Piccolo», alla vigilia della visita del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in Slovenia. Fondamentale «nell’ottica di una integrazione europea in grado di assicurare stabilità e cooperazione tra i popoli», ha spiegato il capo della Farnesina. Terzi ha ricordato che l’interscambio tra Italia e Slovenia è stato di circa 6,5 miliardi di euro nel 2011, cioè il 40% dell’interscambio commerciale totale tra l’Italia e gli otto Paesi dei Balcani. L’Italia inoltre è il terzo investitore estero nel Paese confinante. La visita di Napolitano, ha aggiunto il capo della diplomazia italiana, «è la conferma, al più alto livello, della priorità con cui l’Italia guarda ai Balcani, alla loro crescita, alla progressiva integrazione regionale nel più ampio contesto europeo ed alle opportunità che quest’area offre alle nostre imprese sempre più alla ricerca di nuovi mercati». In questo contesto, ha ricordato Terzi, «il 19 luglio l’Italia presenterà a Bruxelles la sua “Strategia per i Balcani occidentali”, che abbiamo elaborato nella convinzione che solo superando le antiche barriere, consolidando le istituzioni politiche nazionali e cooperando tra di loro in modo virtuoso sarà possibile per i Paesi balcanici darsi una prospettiva europea credibile e sostenibile».